martedì 16 settembre 2014

L'ULTIMA VERITA' SU MOANA POZZI

Tutta la verità su Moana Pozzi? Chissà se il film inedito in uscita riuscirà a spazzare i misteri sulla sua morte, intanto se ne parla, e si alimenta la leggenda.

Moana Pozzi

Sono passati 20 anni da quel 15 settembre 1994 in cui Anna Moana Rosa Pozzi, 33 anni, moriva in un ospedale di Lione. Per il mondo era semplicemente Moana, un nome che i suoi genitori avevano scelto sfogliando l’Atlante e scoprendo che così si chiamava un’isola delle Hawai.  Ancora oggi Moana Pozzi è quasi unanimente riconosciuta come la regina del porno made in Italy.

La donna che ha turbato intere generazioni era una persona che amava pensare. Resa immortale da una scomparsa precoce che, come tale, ha alimentato il fiorire di misteri. L’ultimo forse si svelerà quando fan e curiosi potranno vedere «Moana...L’ultima volta», ufficialmente presentato come l’ultimo film inedito girato dalla Pozzi. 

Brunetto Fantauzzi, biografo storico della pornostar e regista dell’operazione (il dvd verrà venduto con la riedizione del suo libro «Moana...amori e segreti»), garantisce l’autenticità. Fantauzzi sostiene da anni che Moana non è morta, si è semplicemente ritirata dal mondo. «Le ultime notizie che abbiamo di lei - spiega contattato telefonicamente da Il Tempo - risalgono a febbraio di quest’anno. Poi più niente». Che tipo di notizie? Da parte di chi? «Amici e conoscenti ci informano su quello che lei fa».

Fantauzzi porta alcuni elementi a sostegno della sua tesi: l’Hotel de Dieu di Lione, l’ospedale in cui Moana sarebbe morta, non ha mai confermato la presenza dell’attrice; il corpo sarebbe stato incenerito ma i giorni 16-17-18 settembre 1994 l’inceneritore dell’ospedale non sarebbe stato in funzione; il padre e la sorella di Moana avrebbero accettato l’eredità il 7 settembre, una settimana prima della presunta morte; e, dulcis in fundo, non si sa dove siano state sotterrate o disperse le ceneri.

L’avvocato Michele Cianci spiega che il vero ultimo film, ritrovato in un vecchio cinema di Brescia, è in suo possesso e verrà venduto alla cifra di 20 euro a fotogramma (parte del ricavato verrà dato all’Associazione nazionale tumori). Quello che uscirà in dvd, quindi, non è autentico. .
(fonte: il tempo)

domenica 14 settembre 2014

SUPERCLASSIFICA STORY: LE TOP TEN DELLA SETTIMANA NEL 1974, 1984 E 1994

Riecco uno dei nostri appuntamenti più apprezzati: "Superclassifica Story", ogni settimana pubblichiamo le top ten italiane di questi giorni, nel 1974, 1984 e 1994.

TOP TEN DEL 14 SETTEMBRE 1974


  1. E tu - Claudio Baglioni
  2. Innamorata - I cugini di campagna
  3. Piccola e fragile - Drupi
  4. Più ci penso - Gianni Bella
  5. Nessuno mai - Marcella
  6. Bugiardi noi - Umberto Balsamo
  7. Soleado -Daniel Santacruz ensemble
  8. Jenny -Gli alunni del sole
  9. Come un Pierrot - Patty Pravo
  10. Se sai se vuoi se puoi - Pooh

TOP TEN DEL 15 SETTEMBRE 1984

  1. Friends - Amii Stewart
  2. Self control - Raf
  3. Fotoromanza - Gianna Nannini
  4. Sound Like A Melody - Alphaville
  5. Time After Time - Cindy Lauper
  6. Girls Just Want To Have Fun - Cindy Lauper
  7. La colegiala - Rodolfo y su Tipica
  8. Movin' On - Novecento
  9. Ci vorrebbe un amico - Antonello Venditti
  10. Such A Shame - Talk Talk

TOP TEN DEL 17 SETTEMBRE 1994


1.  7 seconds - Youssou 'n Dour e Neneh Cherry                 
2.  Gam gam - Mauro Pilato & Max Monti         
3.  It's a rainy day - Ice MC    
4.  Dreams - 2 brothers at the 4th floor         
5.  The rythm is magic - Marie Claire D'Ubaldo 
6.  Sweet dreams - La Bouche   
7.  The summer is magic - Playahitti Bomba - Ramirez       
8.  Welcome to tomorrow - Snap 
9.  Find me - Jam&Spoon feat. Palvka Inside - Stiltskin 
10. Tonight is the night - Le click

sabato 13 settembre 2014

RAMBO PREPARA IL SUO ULTIMO ATTO

Rambo si congeda con un ultimo atto di eroismo, e non poteva essere altrimenti. La produzione ha svelato il titolo del prossimo capitolo della saga di John Rambo e se ne deduce che l'eroe combatterà la sua ultima battaglia.

Stallone, volto di John Rambo
I fan di Rambo saranno entusiati di sapere che è stato rivelato il titolo del quinto film: "Rambo: Last Blood", un titolo che rievoca il titolo del primo film che, in originale, era "Rambo: First Blood".

 La pellicola vedrà nuovamenteSylvester Stallone sia nelle vesti da protagonista, che in quelle di regista, così come aveva fatto per "John Rambo", quarto capitolo del franchise uscito nel 2008. 

In questa nuova avventura, Rambo si recherà in Messico per scontrarsi contro i trafficanti di droga; rendendosi conto che il suo destino non è quello di morire in modo comune come un qualunque essere umano, deciderà invece di lasciare il mondo dopo un ultimo atto di eroismo. 
(fonte: zapster)

venerdì 12 settembre 2014

LORETTA GOGGI RACCONTA IL SUO RITORNO

Loretta Goggi è tornata: tv, teatro, musica. A tre anni dal lutto che l'ha colpita (la morte del marito Gianni Brezza), Loretta si rialza e si mostra pronta a risalire la china.

Loretta Goggi
Da tre anni Loretta Goggi convive col dolore per la perdita di Gianni Brezza, l’amore della sua vita: compagno, amico, confidente, padre, figlio. Ma oggi Loretta Goggi è una donna nuova. Davanti al dolore siamo tutti uguali e perfino un mito dello spettacolo come lei, capace di cantare e di recitare come pochi in Italia, ma soprattutto di indossare la maschera di chiunque reinterpretandolo alla perfezione, deve farci i conti.

Cinquantaquattro anni di esperienza e un talento fuori misura non ti mettono al riparo. Anzi, a volte ti espongono di più. La Loretta Goggi attuale però con quel dolore ci ha fatto pace. O almeno, conoscendo la sua tempra, una tregua armata.
"Ho scoperto me stessa, non sapevo chi fossi"Ed ecco perché è capace di raccontarlo con amore, quasi con tenerezza, ben sapendo che anche ora che è tornata nella ribalta tv, regina di due prime serate di Raiuno, il giovedì nella fiction Un’altra vita, il venerdì nel varietà Tale e quale show, e a breve pure in teatro. 
Quel dolore le sarà seduto accanto, non più nemico, ma compagno con cui condividere le emozioni più : “Nella mia vita non sono mai stata sola. Sono passata dalle cure della mia famiglia, sempre presente, a quelle del mio compagno. Siamo stati insieme per trentadue anni e quando lui è mancato mi sono ritrovata per la prima volta nella vita con me stessa. Ma chi è Loretta? Non è facile, sai… Poi succedono piccoli miracoli e scopri che dal dolore, da mesi di annichilimento, possono nascere anche nuove consapevolezze. Puoi scoprire cose di te che non sospettavi. Ti riscopri ad appassionarti per il tuo lavoro, ad aver voglia di vedere un posto nuovo o di visitare una mostra. Insomma, di vivere. Si vede che il dolore fa bene. O, come si dice, tempra”
E racconta di sé: “Io e Gianni siamo stati insieme 32 anni, ma in realtà sono 35. Per me è come se lui ci fosse ancora perché la nostra storia è stata davvero nutrita da un amore straordinario. A un certo punto il mio lavoro è diventato un hobby rispetto al mio vero lavoro, quello di stargli accanto e di essere la sua compagna necessaria. La donna di cui lui avrebbe avuto comunque bisogno. E oggi ho imparato a vievere con due cuori".
(fonte: tiscali)
  

mercoledì 10 settembre 2014

TOP GUN: TROVATO LO SCENEGGIATORE DEL SEQUEL

Il progetto "Top Gun 2" prende corpo. Dopo una lunga pausa, la produzione ha segnato un colpo importante individuando lo sceneggiatore, fermo restando che il protagonista assoluto resta Tom Cruise.

Tom Cruise nei panni di Maverick

"Top Gun", il film cult del 1982, diretto da Tony Scott, avrà un sequel. Dopo che il progetto si era arenato per vario tempo, ora ha trovato uno sceneggiatore: si tratta di Justin Marks, già autore del film "Il Libro della Giungla", diretto dal regista Jon Favreau

Lo scrittore si occuperà pertanto di stendere nei dettagli la storia, che, al momento, è solo abbozzata.  Ritroveremo  Tom Cruise nei panni del caparbio e affascinante pilota Maverick che, insieme ad altri suoi colleghi, dovrà confrontarsi con le nuove tecnologie e con l'utilizzo di droni nei combattimenti. 
(fonte: zapster)

giovedì 4 settembre 2014

RED CANZIAN: "L'ISTINTO E LE STELLE", IL MIO ALBUM SENZA I POOH

Red Canzian non si ferma. Finito l'ultimo tour coi Pooh esce a fine settembre con un album da solista, il secondo in carriera. La versione luxury comprende anche un dvd.



Red Canzian, pausa dai Pooh con il disco "L'istinto e le stelle"
Red Canzian, bassista dei Pooh

Si intitola "L'istinto e le stelle" il nuovo album da solista di Red Canzian (il secondo della sua carriera) in uscita il 30 settembre. Il "luxury box" conterrà un cd con 12 brani inediti, un dvd della durata di due ore intitolato "Lo sguardo e la pelle" con altri 4 brani inediti e 2 bonus track, infine un booklet speciale di 72 pagine.

Tutte le musiche sono state scritte da Red Canzian, mentre Miki Porru ha firmato la maggior parte dei testi dell’album e ha collaborato alla realizzazione del progetto. Gli arrangiamenti sono stati curati da Phil Mer (che ha suonato la batteria in tutto l’album) e da Paul Gordon Manners. Nell’album, che vede anche la partecipazione di un’orchestra sinfonica guidata dal quartetto d’archi Archimia (già in tour con Red), si alternano i suoni di strumenti tra i più vari, compresi strumenti vintage dell’immensa collezione di Canzian.

Il dvd “Lo sguardo e la pelle” è un docu-film, girato vicino a Treviso a Villa Corner della Regina, che racconta tutta la lavorazione del disco, narrata da Red Canzian. Il booklet speciale composto di 72 pagine è un lavoro grafico artistico, ideato da Sergio Pappalettera, che rappresenta e racconta i contenuti del progetto. Il libretto comprende anche le sinossi dei brani scritte a mano da Canzian e moltissime fotografie che raccontano la sua vita e la sua carriera.
(fonte: tgcom24)

martedì 2 settembre 2014

LE LEGGENDE DEL TENNIS IN ITALIA PER IL CHAMPIONS TOUR, DA MCENROE A LENDL

Ivan Lendl, John McEnroe, Goran Ivanisevic e Michael Chang. Quattro campioni del tennis degli anni 70, 80 e 90 che hanno fatto sognare milioni di appassionati. E a ottobre saranno ancora in campo, a Milano e Genova.

McEnroe e Lendl, eterni nemici sulla terra rossa
In campo diciassette titoli del Grande Slam divisi tra quattro campioni del tennis mondiale. E'  il menu' che la MCA Events ha in serbo per l'Italia.

I prossimi 17-18 ottobre, l'ATP Champions Tour fara' tappa nel nostro paese e vedra' in campo Ivan Lendl, John McEnroe, Goran Ivanisevic e Michael Chang. Fondato nel 1997, L'ATP Champions Tour e' un circuito parallelo che consente di rivedere all'opera i giocatori che hanno scritto la storia del tennis.



Il 17 ottobre si giocheranno le semifinali al 105 Stadium di Genova. 24 ore dopo, il Mediolanum Forum di Assago ospitera' le finali per il primo e per il terzo posto.
(fonte: stefanotennis)

lunedì 1 settembre 2014

LE FESTE DELLE SAGRE ANNI DUEMILA BALLANO ANCORA AL RITMO DEGLI ANNI OTTANTA

Quest'estate la Val Di Chiana è stata tappa di numerosi miti degli anni '80. E questo è solo uno dei tanti esempi. La voglia di vederli è ancora tanta, e non sono gli unici che attirano ancora centinaia o migliaia di persone. L'estate degli anni duemila è ancora all'insegna degli Ottanta.



Fiordaliso live alla Festa di Camucia, Luca Barbarossa a Marciano, Jo Squillo all'Outlet. Tre volti degli anni '80 italiani Dopo anni in cui il decennio '80 ha vissuto revival nelle discoteche (ovviamente recuperandone il peggio, People from Ibiza piuttosto che David Bowie o i Roxy Music) l'attitudine eighties è ora giunta anche nelle sagre, cioè nel luogo più mainstream e più "per tutti". Alle sagre ci va l'anziano, il giovanissimo, quello di mezza età e pure quello un po' acculturato che s'è compiaciuto del Mix Festival, ma a una bistecca e ai classici fuochi non riesce a dire No. Le sagre paesane ci accomunano, ci riportano tutti a un'unica origine.
Ovviamente lo spirito eighties che si recupera nelle feste è quello nazional-popolare. Non la Milano da bere, roba che a noi non è mai appartenuta, ma l'Italia dei Sanremo di Pippo Baudo e Aragozzini. Quella dei Fiordaliso, dei Barbarossa, di Pupo, degli Al Bano e Romina, dei Riccardo Fogli, dei Toto Cutugno, dei Fausto Leali e Anna Oxa, di Marcella Bella oppure quella quasi geniale degli Alberto Camerini. Personaggi che erano vere e proprie star e che lo sono ancora nei paesi dell'Est, dove un Toto Cutugno vale quanto Miley Cyrus
Perchè, allora, questo grande revival? Prima di tutto perchè una sagra paesana deve più che altro assecondare, cioè dare alla gente un qualcosa che possa piacere senza sforzi e che accontenti tutti, anche gli indignati che prima si lamentano ma poi comunque a dare un'occhiata ci vanno. 
Un artista attuale costerebbe troppo. A chiamare uno "indie" neanche ci si pensa, perchè non serve la nicchia ma la massa. Perciò l'unica soluzione è guardare al passato.
E' ormai appurato che col revival dei '60 e '70 (Dik Dik, Camaleonti e compagnia bella) non ci si fa più niente: i reduci sono ormai troppo vecchi. I 40-50enni di oggi, che sono il grosso del pubblico delle feste (perchè poi hanno i figli adolescenti che si portano dietro) sono cresciuti proprio nell'era di Fiordaliso. Magari ascoltavano altro, ma la frase "Vorrei due ali di aliante" evoca loro qualcosa. La gioventù, il parcheggiato al muretto la domenica pomeriggio, i libri di scuola tenuti insieme con una cinghia, le lontane eco dei paninari di città che da noi significavano ingenti investimenti per avere le Timberland e sentirsi meglio degli altri o almeno al loro pari. Ecco perché il revival di successi oggi è diventato quello degli anni '80.
(fonte: valdichianaoggi)

domenica 31 agosto 2014

SUPERCLASSIFICA STORY: LE TOP TEN DELLA SETTIMANA NEL 1974, 1984 E 1994

Superclassifica story ogni domenica vi racconta le classifiche della settimana 20, 30 e 40 anni fa. Questa settimanan abbiamo canzoni da brivido come "Jenny" degli Alunni del Sole, "E tu" di Claudio Baglioni, "Fotoromanza" di Gianna Nannini e la colonna sonora dei "Flintstones" cantata dai B52's.


TOP TEN DEL 31 AGOSTO 1974 


  1. E tu - Claudio Baglioni
  2. Piccola e fragile - Drupi
  3. Innamorata - I cugini di campagna
  4. Nessuno mai - Marcella
  5. Più ci penso - Gianni Bella
  6. Soleado -Daniel Santacruz ensemble
  7. Bugiardi noi - Umberto Balsamo
  8. Jenny -Gli alunni del sole
  9. Come un Pierrot - Patty Pravo
  10. Dune Buggy - Oliver Onions

TOP TEN DEL 1° SETTEMBRE 1984


  1. Fotoromanza - Gianna Nannini
  2. Self control - Raf
  3. Friends - Amii Stewart
  4. Girls Just Want To Have Fun - Cindy Lauper
  5. Against All Odds - Phil Collins
  6. Sound Like A Melody - Alphaville
  7. La colegiala - Rodolfo y su Tipica
  8. I treni di Tozeur - Alice & Franco Battiato
  9. Giulia - Gianni Togni
  10. Time After Time - Cindy Lauper

TOP TEN DEL 3 SETTEMBRE 1994



1.  7 seconds - Youssou 'n Dour e Neneh Cherry                 
2.  The rythm is magic - Marie Claire D'Ubaldo        
3.  The summer is magic - Playahitti   
4.  Sweet dreams - La Bouche        
5.  Il cielo - Fiorello
6.  Find me - Jam&Spoon feat. Palvka  
7.  Bomba - Ramirez       
8.  Lady Madonna - Spagna
9.  Inside - Stiltskin 
10. (Meet) The Flintstones - B52's 

sabato 30 agosto 2014

ANDREA RONCATO, STORIA DI UN AVVOCATO DIVENTATO ATTORE

Ve li ricordate Gigi e Andrea? Una coppia che ci ha fatto ridere tra gli anni '80 e '90. Oggi i due fanno sempre gli attori ma ognuno per conto suo. Noi di MitiCult siamo andati a scovare questa recente intervista ad Andrea Roncato che racconta il suo ieri e il suo oggi. 
Andrea Roncato
Andrea Roncato, 66 anni, ha dato vita assieme a Gigi Sammarchi al divertentissimo duo Gigi e Andrea, divenuto una delle coppie più famose del cinema e della televisione italiani negli anni ottanta. Dopo l'esperienza in coppia con Sammarchi, Andrea Roncato ha proseguito la carriera recitando in vari film, tra cui quelli di Natale di Boldi e De Sica e in alcune serie televisive. 
Dal 2002 al 2008 Roncato interpreta l'appuntato Romanò nella serie televisiva "Carabinieri" di Canale 5 (7 stagioni). Nel 2008 partecipa al film "Ho ammazzato Berlusconi" e pubblica il suo libro “Ti avrei voluto” (Editore Excelsior 1881). A partire dal 10 gennaio 2009 partecipa come concorrente al reality show di Rai Uno "Ballando con le stelle". Nel 1997 sposò Stefania Orlando, conduttrice e attrice televisiva, da cui divorziò dopo appena due anni.
Dal 1980 al 2013, Andrea Roncato vanta la partecipazione in quasi 30 film. Numerosi sono anche i premi ricevuti nel corso della sua carriera. Nel 1984 vinse il Telegatto per “Premiatissima”, così come nel 1985 per commento televisivo a “Miss Mondo” e nel 1991 per “Sabato al circo”. Nel 2004, durante la rassegna “Il Sarchiapone di Cervia” gli viene conferito il Premio Walter Chiari. Nel 2006, nel corso del “Festival di Villa Basilica” a Lecce, riceve il premio speciale per la serie televisiva “Carabinieri”. Nel 2007 riceve il titolo di “Cavaliere di Malta”, mentre nel 2008 gli viene conferito il “Premio Speciale Totò” durante la 4ª edizione del “Cabaret Festival” di Pompei. 
Roncato ha una Laurea in Legge conseguita all'Università di Bologna, un diploma di solfeggio al Conservatorio e come maestro di Ukulele, e ha seguito vari corsi di recitazione, sia in Italia che negli Stati Uniti.
I film in cui hai partecipato durante la tua carriera sono tanti, qual è quello che ti è rimasto nel cuore?
Bene o male i film che fai li ami tutti, ognuno di essi è come se rappresentasse una piccola favola. Ce ne sono alcuni che hanno avuto molto successo, come ad esempio i primi. Sto parlando di ‘Mezzo destro mezzo sinistro’, ‘Acapulco prima spiaggia… a sinistra’, ‘L’allenatore nel pallone’, ‘Rimini Rimini’, ‘Pompieri’. 
Mi piace ricordare anche il primo film serio che feci, ovvero ‘Ne parliamo lunedì’ con Elena Sofia Ricci che prese il David di Donatello. In genere ti ricordi spesso gli ultimi, perché si cerca sempre di migliorare e quindi si spera di esser stati più bravi, un esempio è ‘Il cuore grande delle ragazze’ di Pupi Avati. Ecco diciamo che sono molto affezionato a questi perché dopo anni che facevo il comico, Avati mi ha dato la possibilità di dimostrare che posso fare l’attore in tutti i sensi, anche drammatico. Io credo che quando si arriva a sessant’anni non bisogna continuare a fare i cretini sulla spiaggia andando dietro alle ragazze anche perché saresti patetico e non più comico.
Parliamo di cinema in generale. Il tuo film preferito e il tuo attore preferito?
Se parliamo di italiani mi piace molto Sergio Castellitto, anche se ci sono giovani come Luca Argentero che sono molto bravi. A livello mondiale mi piace molto Al Pacino, che con De Niro e Dustin Hoffman completano un trittico fenomenale. Se parliamo di attrici ti dico Cameron Diaz. Non ce n’è uno preferito in particolare, ognuno di loro è stato grande in un determinato film.
Sappiamo della tua passione per gli animali e per la buona cucina. Cosa puoi dirci a riguardo?
Più per gli animali che per la buona cucina. Per gli animali ho una passione sfegatata. Amo molto i cani, e comunque tutti gli animali in genere. Pensa che a casa ho conigli, galline, tacchini, cani e due cavalli. Chiaramente mi do da fare contro l’abbandono dei cani, e cerco anche di farli adottare. Una volta andai a cena con il Presidente Berlusconi il quale ho visto che dava segni di affetto, soprattutto per quanto riguarda i cani, e dunque abbiamo parlato di quello che si potrebbe fare. Dai veterinari gratis ai microchip gratis, qualcosa si deve fare. Io credo che se lasciamo perdere i cani, lasciamo perdere la forma d’amore più vera e più sincera del mondo.
Progetti futuri?
Ho girato un film con un nuovo regista che si chiama ‘Cenere’. A settembre uscirà ‘Il restauratore’ con Buzzanca e sempre a settembre inizierò a girare un film con Genovese, uno dei registi più bravi che abbiamo in Italia. Girerò anche un corto con Eleonora Albrecht, un ex modella bellissima e bravissima. Lei stessa sarà alla regia di questo corto che si chiamerà ‘Monsieur e Madame’ le quali riprese inizieranno a settembre.
(fonte: infooggi)

REUNION PER I 20 ANNI DI "FRIENDS"

Tornano i protagonisti di "Friends". Ma solo per una reunion dedicata ai 20 anni della serie cult degli anni '90. Ospiti di uno show serale le attrici della sit-com hanno improvvisato uno sketch coi copioni in mano.

Tre delle protagoniste di "Friends" ospiti del talk show di Jimmy Kimmel

Rachel (Jennifer Aniston), Monica (Courteney Cox) e Phoebe (Lisa Kudrow) sono ritornate nel loro vecchio appartamento newyorkese per festeggiare i vent'anni di "Friends". Le attrici hanno dato vita alla reunion in occasione di uno sketch del late show di Jimmy Kimmel. Intanto a Manhattan è pronto ad aprire i battenti il "Central Perk", locale ispirato al pub in cui si incontravano i protagonisti della sit-com.

Ad organizzare la reunion ci ha pensato Jimmy Kimmel che, durante l'intervista a Jennifer Aniston, ha ammesso di essere un grande fan della sit-com anni novanta. "Ho anche scritto io stesso alcune puntate, in cui io interpretavo il ruolo di Ross. In realtà ho scritto più di qualche battuta" ha dichiarato il conduttore, prima di mostrare la ricostruzione della cucina di "Friends".


Kimmel ha così portato la Aniston sul set per girare una scena d'amore, ma ad un certo punto dalla porta sono spuntate a sorpresa anche Courteney Cox e Lisa Kudrow, le altre due protagoniste femminili dello show.

Intanto la Grande Mela si prepara a celebrare il ventennale di "Friends" con l'inaugurazione il 17 settembre di un vero "Central Perk", il pub dove si incontravano i protagonisti della sit-com. Al 199 di Lafayette Street di Manhattan aprirà i battenti un locale uguale in tutto per tutto a quello televisivo, con tanto di esibizioni musicali e quiz per i fan della serie.
(fonte: tgcom)

venerdì 29 agosto 2014

AMARCORD: IL DIARIO DI SCUOLA

 Amarcord torna prima del ritorno sui banchi di scuola per celebrare un oggetto che sempre più sta scomparendo dalle cartelle: il diario scolastisco. E anche la sua declinazione più privata (quello che i francesi chiamano "journal intime"), il diario personale, non sarebbe più di moda tra le nuove generazioni. 
Il diario Sturmtruppen, tra i preferiti dai ragazzi
 Il diario ha giorni contati. Quell'oggetto che molti di noi si son portati con sé sin dalla scuola, con dentro il nome della prima fidanzata, il ritratto dei professori più cattivi, le uscite, i gruppi rock, i voti belli e quelli brutti è ormai alla frutta. 

Eppure erano belli quei diari, con copertine chic o semplici, con tutti i giorni segnati pagina per pagina, con le le facce dei calciatori o i protagonisti di cartoni animati e serial tv. 
Ma non è la tecnologia ad averli uccisi, i diari, semmai la mancanza di parole che caratterizza i nostri giorni di adesso. Il linguaggio si è prosciugato lentamente, ridotto in fin di vita, tra acronimi e fonetiche approssimate.


Nulla a che vedere con gli adesivi dei gruppi rock di gran moda o delle modelle che le nostre compagne (o compagni) di banco mettevano a farcitura del diario sino a ingrossarlo come un sandwich. Pagine e pagine, veri e propri insaccati della nostra adolescenza

E allora celebriamolo il diario, che ci ha regalato una marea di incipit, dal tradizionale «caro...», all'intestazione con la data, al luogo e via discorrendo. Un cartaceo multiforme che è stato tutto ed il suo contrario: diario di bordo, di viaggio, intimo, di ricordi, di scuola, per appunti, di vita. 

Celebriamolo e salviamone il nome perché non ci si venga a dire che quelli elettronici, sul web e sui social, dove chiunque può rispondere, sono diari. No, quelli sono specchi aperti al pubblico, nulla a che vedere con il nostro amato Diario di una volta, quello che qvevqno tutti: i grandi scrittori, le casalinghe, gli insoddisfatti...

APERTO PER FERIE: LA SIGLA DELLA DOMENICA SPORTIVA EDIZIONE 1984/85



Chiudiamo il nostro appuntamento di agosto con "Aperto per ferie" con "E' goal", sigla de "La domenica sportiva" edizione 1984/85 cantata da Edoardo Bennato. Un video scelto per celebrare la ripresa dei campionati di calcio in questo ultimo week:end del mese.

Ci auguriamo di avervi portato un po' di buonumore e divertimento con i nostri video. L'appuntamento con "Aperto per ferie" è quindi rimandato alla prossima estate.

giovedì 28 agosto 2014

RITORNO TRIONFALE PER KATE BUSH

Il ritorno di Kate Bush sulle scene è l'evento musicale dell'anno. Lo testimonia l'entusiasmo delle migliaia di fan che hhanno già acquistato i biglietti dei suoi concerti e dei fortunati che hanno assistito alla sua prima esibizione, martedi 26 agosto.
Kate Bush
L'ultimo concerto dal vivo di Kate Bush datava 14 maggio 1979. Poi, solo qualche sporadica apparizione come ospite di altri musicisti (ne ricordiamo una con David Gilmour datata 1987). Ecco perché lo show del 26 agosto, a Londra,  è stato un evento che lascerà il segno. Per la musica e la voce della Bush, ma anche per quello che un'artista come lei rappresenta. 
Gli 80 mila biglietti venduti in 15 minuti di prevendita significano che quando un artista resta credibile e coerente il pubblico la aspetta. Kate Bush ha 56 anni e li dimostra tutti. Sul suo viso non ci sono tracce di improbabili peripezie di chirurgia estetica. La cantante ha inoltre chiesto ai fan di spegnere gli smartphone per mantenere un contatto diretto con loro.
Dopo aver sbancato le classifiche alla fine degli anni Settanta, non ha cercato di replicare il successo in maniera conservativa, magari replicando se stessa all'infinito. Da un certo punto in poi ha preso in mano le redini della sua carriera e ha fatto tutto quel che ha voluto.  E 35 anni dopo ha ritrovato il suo pubblico.
(fonte: panorama)

Questa la scaletta del concerto di Londra
Lily
Hounds of Love
Joanni
Top of the City
Never Be Mine
Running Up That Hill
King of the Mountain
Ninth Wave
And Dream of Sheep
Under Ice
Wake Up (Waking the Witch Intro)
Waking the Witch
House, Room Dialogue
Watching You Without Me
Little Light
Jig of Life
Hello Earth
The Morning Fog
Sky of Honey
Prelude
Prologue
An Architect’s Dream
The Painter’s Link
Sunset
Aerial Tal
Somewhere in Between
Tawny Moon
Nocturn
Aerial
Among Angels
Cloudbusting

APERTO PER FERIE: "IL MIO AMICO ARNOLD"



Siamo agli ultimi giorni della nostra rubrica "Aperto per ferie". Oggi vi regalia,o qualche innocente risata con questa puntata di un telefilm anni '80 tra i più mitici: "Il mio amico Arnold". Buon divertimento!